Pagare a rate senza interessi con Pagodil

Hai comprato il frigorifero nuovo e subito dopo si è rotta anche la lavatrice? Hai paura di non riuscire a pagare tutte queste rate? A terrorizzarti sono soprattutto gli interessi? Fai un ben sospiro e leggi con attenzione qui sotto.

Pagodil: un modo alternativo per liberarsi dagli interessi

Chi al giorno d’oggi può dire in tutta sincerità di non aver mai sottoscritto un pagamento rateale? Chi, una volta risarcito il debito, non si è soffermato a guardare inorridito gli extra versati dovuti in larga parte alla presenza di cospicui interessi?

Bene, alla prossima spesa imprevista il cui importo ammonti a cifre decisamente fuori dalla tua portata, utilizza Pagodil. Di cosa si tratta? Reggiti forte alla sedia; da oggi potrai rateizzare i tuoi pagamenti, annullare del tutto gli interessi, non ritrovarti sul conto spese accessorie e sottoscrivere il prestito senza sottoporti a noiose lungaggini burocratiche. Sì, sembra quasi fantascienza, ma il servizio esiste e sta già spopolando soprattutto in alcune tipologie di negozi (Unieuro, Mediaworld e Trony su tutte).

Il nodo della questione è che Pagodil non è un vero e proprio finanziamento, ma somiglia più ad un sistema di dilazione dei pagamenti. Da qui l’assenza di modulistica, burocrazia ed interessi. Va da sé che ciò significa che potresti ricevere l’ok per pagare con Pagodil anche nel caso in cui ti trovassi tuo malgrado iscritto nella lista dei cattivi pagatori, non avessi un reddito congruo o un’adeguata busta paga.

Come posso pagare con Pagodil?

Per pagare utilizzando il sistema Pagodil è necessario possedere una card bancomat abilitata al servizio, dei validi documenti di identità, una tessera sanitaria ed un numero di cellulare regolarmente in uso.

Il servizio, tienilo bene a mente, può essere erogato soltanto dai negozi convenzionati che di solito, a scanso di equivoci, segnalano la loro condizione mediante appositi adesivi appiccicati sulla vetrina.

Approvata la richiesta di pagamento (sarà la Cofidis, ente francese attivo nel settore del credito a consumo nonché gestore di Pagodil a decidere se avallarla o meno), il negoziante vi consegnerà uno scontrino che firmerete in sua presenza. Da quel momento, ogni mese, riceverete un addebito su conto corrente; la rata.

Le cifre dilazionabili, così come l’entità della stessa dilazione saranno frutto di un accordo tra la Cofidis ed il negoziante; è quindi vostro interesse chiedere di volta in volta all’esercente notizie precise in merito alla questione.

Possono ricevere un rifiuto?

Sì, Pagodil è tollerante, tanto tollerante, ma entro certi limiti. Un eventuale rifiuto potrebbe dipendere dalle condizioni del vostro conto in banca; se proprio siete in rosso, ovviamente, nemmeno Pagodil potrà aiutarvi a comprare il cellulare che vi piace tanto.

Per scrupolo potreste controllare anche se siete finiti sui registri CRIF (quelli in cui per intenderci vengono annotati i nomi dei cattivi pagatori). Questo rifiuto comunque non si rifletterà sulle vostre scelte future.

Ho un negozio: come posso offrire il servizio Pagodil ai clienti?

In questo caso non dovrai fare altro che accedere al sito Cofidis Retail e sottoscrivere le condizioni per diventare uno dei tanti esercizi convenzionati Pagodil.

Cofidis ti darà la possibilità in cambio di beneficiare di un discreto numero di servizi supplementari quali la garanzia assegno, il pago assegno e i prestiti finalizzati su misura.