Ristrutturare casa, il mutuo ristrutturazione

Poter abitare in una bella casa, nuova, arredata con mobili alla moda e sicura è certamente il sogno di moltissime persone. Se stai pensando di fare dei lavori di ristrutturazione alla tua abitazione questo articolo fa al caso tuo. Vedremo infatti le tipologie di ristrutturazioni, il mutuo ristrutturazione e le agevolazioni fiscali previste dallo Stato.

Ristrutturare casa: le varie tipologie

Prima di tutto è importante segnalare l’esistenza di tre categorie principali di ristrutturazione, ovvero:

  1. Ristrutturazione con manutenzione ordinaria in ambito piccole opere
  2. Ristrutturazione con manutenzione straordinaria in ambito piccole opere
  3. Ristrutturazione in ambito grandi opere

In questo articolo ci concentriamo sulle prime sue categorie ovvero quei lavori di ristrutturazione che più spesso interessano la maggior parte delle persone.

In caso di ristrutturazione ordinaria non è necessario né presentare al Comune di riferimento alcuna documentazione né pagare tasse o altro.

Nei lavori di ristrutturazione sono incluse diverse voci come le migliorie ai locali dell’abitazione, l’igiene, gli impianti centralizzati ma anche, ad esempio, il sistema di allarme. Quest’ultima voce rientra in pieno anche nelle voci che possono essere inserite nella richiesta di mutuo per ristrutturazione. Un impianto di sicurezza è infatti sempre più importante e sul mercato sono presenti molte marche antifurto adatte a qualsiasi esigenza e qualsiasi tipo di budget.

Un esempio di manutenzione straordinaria, parlando sempre di piccole opere, è la trasformazione di un’unità abitativa in più unità immobiliari e viceversa.

In caso di manutenzione straordinaria è invece indispensabile presentare un progetto edilizio ed una denuncia di inizio attività o quanto previsto dal proprio Comune. L’unica accortezza da rispettare in questo caso è che la ristrutturazione non deve avere come conseguenza un edificio completamente diverso da quello originale, in caso contrario finirebbe nella categoria grandi opere.

Mutuo ristrutturazione: come funziona

Se hai intenzione di richiedere un mutuo specifico per fare lavori di ristrutturazione della tua abitazione dovrai presentare all’istituto di credito della specifica documentazione.

In caso di manutenzione ordinaria è sufficiente presentare il preventivo di spesa che la ditta alla quale hai deciso di affidare i lavori ti ha consegnato (oppure un professionista abilitato).

Se invece devi richiedere un mutuo per una ristrutturazione straordinaria dovrai presentare anche il progetto edilizio relativo e la denuncia di inizio attività o quanto previsto dal tuo Comune.

Tanti sono gli istituti di credito che erogano questo tipo di mutuo e le offerte presenti sul mercato sono molteplici, la cosa migliore è fare una comparazione di tassi di interesse ed importi erogabili per scegliere la soluzione migliore per le tue esigenze.

Infine, ti farà piacere sapere che sono previste delle agevolazioni fiscali per chi decide di effettuare dei lavori di ristrutturazione.

In particolare, è prevista la detrazione in 10 anni dell’IRPEF lorda il 36% delle spese che sono state sostenute per effettuare i lavori di manutenzione ordinaria ed altre opere per la sicurezza come gli impianti di allarme. Ovviamente tutte le spese ed i pagamenti devono essere ben documentati.

Puoi avere anche un ulteriore vantaggio: avrai infatti l’IVA ridotta al 10% sia per i lavori effettuati sia per i materiali utilizzati ma anche per eventuali beni significativi come infissi, sanitari, impianti di condizionamento e di sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *