Ugo Pasqualini: Dai Btp d’oro al conto quasi infruttifero

A fine anni ’90 l’ Apsp (Associazione Pubblica di Servizi alla Persona) “Suor Agnese” di Castello Tesino, ridente località montana in provincia di Trento, ha potuto beneficiare di una grossa cifra, quantificabile in 30 miliardi del vecchio conio.

Tale cifra, equivalente oggi a circa 15 milioni di euro, gli fu affidata da Ugo Pasqualini, illustre luminare dell’ impiantologia dentaria.
Il considerevole importo fu investito in titoli di stato nazionali, precisamente in Buoni del Tesoro poliennali a tasso fisso, di durata variabile e con scadenza fra il 2021 e il 2040. I tassi di interesse attivi previsti dalla sottoscrizione oscillavano fra il 3,75% e il 5%, a seconda delle diverse emissioni, e hanno garantito all’ Apsp delle cedole (su base semestrale) di oltre 400 mila euro l’ anno.

I Buoni sono di recente stati venduti: la dismissione è avvenuta tra il 2013 e la prima metà del 2014, a seguito dell’ insediamento del nuovo Cda (avvenuto nell’ estate del 2013), generando un guadagno -secondo l’ Apsp- di 1 milione e 600 mila euro. Tale cifra comprenderebbe però, erroneamente, i rendimenti derivanti dalle cedole (che sono stati incassati mantenendo i titoli), 200 mila euro in azioni (quindi un altro investimento, che nulla ha a che fare con quello in oggetto) e le plusvalenze.

Emerge tuttavia un dato di grande interesse: se i titoli non fossero stati dismessi a cavallo fra 2013 e 2014, ma fossero stati venduti un anno più tardi, ad aprile 2015, il ricavato sarebbe stato notevolmente maggiore. Si parla di oltre 2 milioni di euro in più, divisi fra 1 milione e 300 mila euro in più derivanti dalla liquidazione dei titoli e 850 mila euro di tassi di interesse attivi.

Oggi questo patrimonio è depositato su un conto corrente della Cassa Rurale Valsugana e Tesino, istituto di credito locale che riconosce un rendimento dell’ 1% annuo, più Euribor a tre mesi, ben più esiguo di quanto garantito dal precedente investimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *